Tutti a seguire gli indici classici e nessuno che mi dice della Russia!!! (segnalata tante volte!!) – 6 novembre 2019 – ore 12

….ogni giorno ricevo messaggi o richieste di chiarimenti….

su Mib, Sp500 etc ma nessuno e ripeto nessuno che mi abbia detto: “accidenti, ho comprato la Russia e vedo che corre come nessuno al mondo!”

Ancora a Giugno la segnalavo (faceva +27%) e ad oggi siamo a +43%!

CLICCA QUI PER IL POST DI GIUGNO

POSSIBILE CHE GLI INVESTITORI- ANCORCHE’ INFORMATI – SIANO COSI’ CIECHI ED ABITUDINARI?

NB

QUI IL TREND NON E’ ANCORA FINITO E QUESTO TREND LO RITROVEREMO ANCHE IN ALTRI INDICI PROSSIMAMENTE….QUALI? CHIEDI LA PASSWORD E LO SAPRAI

 

DISCLAIMER PER GLI UTENTI – CLICCA QUI 

 

 

Tutti a seguire gli indici classici e nessuno che mi dice della Russia!!! (segnalata tante volte!!) – 6 novembre 2019 – ore 12

10 thoughts on “Tutti a seguire gli indici classici e nessuno che mi dice della Russia!!! (segnalata tante volte!!) – 6 novembre 2019 – ore 12

  • 6 Novembre 2019 at 12:53
    Permalink

    Il Mib fa +35% Stefano, siamo li hi hi hi hi hi . Ciao

    Reply
    • 6 Novembre 2019 at 13:08
      Permalink

      Fai bene i calcoli… Da inizio anno non fa quello che dici tu… Controlla e poi rivedi il rialzo, please… Ci sono almeno 20 punti di differenza… Ma se per te è la stessa cosa allora significa che ragioniamo in modo diverso… Bye

      Reply
  • 6 Novembre 2019 at 16:54
    Permalink

    A fine anno il mib se continua cosi va a 26000, SP500 a 3200 , diciamo che …”Se non è astronauta, lo diventerà”. Mercati fortissimi e comunicazione fallace che ha mandato tutti short da mesi, ma i big sapevano che era tutto migliore delle attese e parlo sia di Brexit, sia di Trump, sia di governo italiano, sia di trimestrali, sia di PMI, sia di Dazi Cina Usa, insomma….Una trappola ben congegnata in cui un po tutti volenti o nolenti sono stati quelli che l’hanno autoalimentata. Da metà agosto da 19900 a 23400 di oggi, chi ha il coraggio di dire cose diverse? Ciao Stefano e forza Russia allora. 😉

    Reply
    • 6 Novembre 2019 at 20:53
      Permalink

      Franco, una visione che è la cartina di tornasole di quanto accade sempre sui massimi: da agosto ad oggi l’SP500 ha guadagnato uno spettacolare …..2%!! eppure la sensazione è che sia su livelli stratosferici!! Il Nyse è sui livelli di gennaio 2018…ripeto …2018!!! ma l’euforia è palese: nessuno che metta in dubbio che possa scendere esattamente come a gennaio 2018…sentiment al 90%, tutto esattamente come sui massimi di ogni tempo che chiamano ad un salutare ritracciamento….qui si parla di trappola: ma che trappola!! le banche centrali hanno vomitato miliardi di dollari nel sistema, tagliato nonostante la disoccupazione sui minimi e indici sui massimi (con un irripidimento della curva dei tassi che la storia dice preludio a problemi successivi)….il tutto per vedere l’indice salire del….2%??? Si impari a vedere cosa ha fatto salire l’indice: solo 2 titoli che pesano in modo esagerato….Apple e Microsoft…il resto latita visto che sono solo l’8% dei titoli a fare nuovi massimi…resto del parere che il mercato sta dando per buono ogni cosa possibile ignorando la realtà che prima o poi fara’ pagare pedaggio: e se con tutti gli stimoli dati siamo saliti in 3 mesi del 2% cosa potrà accadere quando inizieranno a vendere? Se si pensa che il mercato vada su ininterrottamente si rimanga investiti ignorando quando sopra…se si pensa che alla fine una correzione fisiologica è possibile (anche un bambino vede quanto pericoloso sia qui) meglio rimanere cauti: se lo si fa da 1-2 mesi non si è perso nulla sempre che si sia “lavorato” in accumulazione su altri settori. Rimanere investiti guardando indietro è assurdo cosi’ come pensare che scenda sempre visto che magari scende da qualche settimana…Occhio, signori, occhio davvero….i ribassi a volte arrivano senza motivo…la memoria storica arriva al massimo a 2 anni…infatti nessuno ricorda il gennaio 2018 anche se non sono ancora passati i 2 anni….Gennaio 2018? cosa è accaduto prima e dopo? bene…vai a vedere cosa è accaduto e poi ne riparliamo (anche allora leggevo le stesse frasi…euforiche e convinte…poi – dopo qualche giorno – gente con le orecchie da cocker commentava incredula un movimento “inatteso”…così è se vi pare….saluti

      Reply
  • 7 Novembre 2019 at 1:05
    Permalink

    Come non sale solo SP500, che non è salito tantissimo, ma cmq sempre record storico su record storico da mesi, anche se di poco, invece di crollare, vediamo che sale la Russia, sale il Dax, sale il Cac40, sale il Mib. il mib da 17500 di maggio a 23500 di questi giorni, dai Stefano, sono +6000 punti in 5 mesi, che son pochi? Averlo saputo!!!??? Ma erano tutti short, ripeto, fenomeni che si autoalimentano come un fuoco sottovento, passaparole deleterio spesso, sarebbe meglio non leggere nulla e scommetere alla cieca. Questa volta con Fed e Bce di manica larga, non sarebbe stato sciocco. Ciao Stefano.

    Reply
  • 7 Novembre 2019 at 1:09
    Permalink

    Scusate, maggio 2019 19500 il minimo, quel 17500 era lo scorso anno, cmq da 19500 a 23500 per ora sono + 4000 punti, non pochi per chi vuol muovere bene un portafogli. Un saluto a tutti

    Reply
    • 7 Novembre 2019 at 7:54
      Permalink

      Franco, ti prendo come segnale contrarian. E come spesso sento al bar tutti bravi ….dopo….ricordo che da maggio gli auriferi sono cresciuti ad oggi (a settembre anche di piu’) di oltre il 30% contro il 20% del Ftsemib….e qui si è cavalcato titoli come First majestic che da allora sono a +70%….quindi Franco…inquadriamo il tutto….ricordo infine agli amanti del FtsemIB che siamo a 23500 punti ma siamo sotto del 50% rispetto al 2007…..in 12 anni non ha recuperato se non il livello dell’ottobre 2009!!! Siamo allo stesso livello di 10 anni fa…continua pure a investire nel FtseMIB…vedrai che prima o poi salirà a livelli consoni…Investire significa anche aprire i propri orizzonti e fare una semplice constatazione: il peso specifico nell’MSCI WORLD della borsa Italiana è meno dell’1%…quindi mi spieghi perchè dovrei investire il grosso del mio portafoglio in Italia? e non dirmi perchè vivo in Italia perchè questa risposta la accetto dalla casalinga di Voghera…non da uno che mastica l’argomento….Mah….misteri della mente….

      Reply
  • 7 Novembre 2019 at 11:53
    Permalink

    No, Stefano, scusa, non parlo idi investire, parlo di speculare. Se un indice infarcito da bancari come il nostro, a inizio anno 2019 è sottotraccia o comunque molto più giù di oggi e poi fa quello che sta facendo, guarda oggi Unicredit dopo la trimestrale, andava comprato, non siamo fessi, o lo siamo?
    Ma un po tutti i mercati, non è solo il mib, dove compravi compravi bene, invece in giro si leggeva di “VENDERE”, tutto il vendibile, per la Brexit, per uscita euro dell’Italia con Salvini, per Trump che rompeva con la Cina, per la guerra in Turchia, per il fallimento della Deutsche Bank, per l’Impeachment di Trump etc….Poi Sp500 altro record storico, si avvicina a 3100, chi ci credeva? I mercati stanno cambiando? Chissà, una cosa è certa, chi li sta shortando da parecchi mesi, ha sbagliato, ha perso una grossa opportunità di fare quello che l’ha portato in borsa, speculare, poi sul lungo, vabbè, saremo tutti morti, come si usa dire in borsa. Ciao Stefano.,

    Reply
    • 7 Novembre 2019 at 12:03
      Permalink

      No Franco, stai esagerando nel pensare che ci sia tanta gente che sta shortando gli indici!!! Se qualcuno si sta coprendo non significa che non sia long altrove….se qualcuno sta difendendo i guadagni non significa che non gli vada bene, anzi!! rimanere sempre LONG non significa essere dalla parte giusta, basta guardare il MIB dal 2007!!…Speculare senza una metodologia è un suicidio: generalizzare immaginando che ci sia tanta gente che è contro qs mercato significa tirare nel mucchio ….mi dispiace ma un conto è investire (io cerco di fare quello) dando performances nel rispetto del profilo di rischio di ciascuno altro puntare sulle speculazioni del senno di poi (tipo Unicredit) ti faccio una domanda alla quale non puoi sfuggire: mi dici cosa compreresti oggi? timing a fine aprile….nome, cognome e quantità (va bene anche virtuale) di una o piu’ posizioni …dove vuoi: prenditi per una volta in carico una scommessa. Troppo facile dire “bisognava fare questo e quello”…dillo tu…fammi vedere cosa, come e quanto: magari spiegando la strategia. Altrimenti sono parole al vento….che come dicevo sento al bar ogni mattina quando prendo il caffè…Aspettiamo tutti le tue posizoni da ADESSO!!— bye

      Reply
  • 7 Novembre 2019 at 13:15
    Permalink

    Purtroppo il retail sta shortando a sangue Stefano, mi par strano tu che sei sui mercati non lo stia notando.
    Sulla piattaforma IG la statistica da + del 75% di posizioni short da mesi, sui forum di borsa sui blog sui siti specifici, tutti da mesi danno short sui mercati e questo era il fuoco fatuo che si è autoalimentato sotto vento, come ti dicevo in altro post. Non parlo solo del pubblico, parlo anche segli esperti di settore. Unicredit poi ti va a fare in 2-3 mesi +40%, no dico +40% dai minimi di agosto scorso, e Unicredit è il titolo di riferimento di un indice, il mib, che davano in giro, gli esperti, in direzione dei minimi del maggio 2018. “Un doppio minimo da cui ripartire” Cosi scrivevano, ora immaginerai scrivono molto altro e molto di diverso, ma questo si sa, è sempre stato e sempre sarà. Un saluto a te.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *